Festival del Futuro 2020: i relatori

Giuseppe Basso

Giulia Baccarin

Giulia Baccarin, 37 anni, è un’imprenditrice e innovatrice italiana. Laureata in Ingegneria biomedica al Politecnico di Milano su modellazione predittiva, ha studiato e lavorato a Milano, Londra, Parigi e Tokyo. A 27 anni ha fondato la branch italiana di I-Care, azienda proprietaria del brevetto Wicare, oggi leader in Europa nella manutenzione predittiva con 250 ingegneri in 9 paesi.
Nel 2012 ha fondato Mipu, acceleratore di imprese innovative con circa 60 dipendenti e 7,5 milioni di euro di fatturato che attraverso intelligenza artificiale, machine learning e data science trasformano le aziende tradizionali in imprese 4.0 connesse e predittive. È inoltre docente su tematiche legate alla Fabbrica Digitale, all’Intelligenza Artificiale e alla Manutenzione Predittiva

Giuseppe Basso

Sabrina Baggioni

Dal 2017 è 5G Program Director di Vodafone, azienda in cui è entrata nel 2000 nel ruolo di Head of Business Development, ricoprendo poi diversi ruoli, con una specializzazione nell’innovazione, nell’online e nel roaming internazionale. Prima di entrare in Vodafone, ha lavorato come consulente con Monitor Deloitte (dal 1992 al 2000) a Londra, Abu Dhabi e Milano. Sabrina Baggioni è laureata in Management & Business Administration all’Università Bocconi di Milano e si è specializzata in Business Administration and Internationalization alla Wharton School della University of Pennsylvania.

Teresa Bellanova

Nata a Ceglie Messapica (Brindisi) nel 1958, ha iniziato a lavorare quando aveva solamente 14 anni, subito dopo aver concluso le scuole medie. Inizia a lavorare come bracciante agricola presso i campi di olivi, mandorle e vigneti, e diviene capolega della federazione dei braccianti della CGIL, presso la Camera del Lavoro della sua città. A 20 anni diventa coordinatrice regionale delle donne Federbraccianti.
Eletta deputata nel 2006, pha partecipato alla fase costituente del Partito Democratico. Durante il governo Renzi è stata dapprima Sottosegretario di Stato, poi viceministra dello Sviluppo Economico. Il 4 settembre 2019, a seguito del raggiunto accordo tra PD e Movimento 5 Stelle, è nato il governo Conte-bis. A Teresa Bellanova è stato affidato il Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Il giorno seguente ha prestato giuramento davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Daniela Bernacchi

Dal settembre 2019 è il Segretario Generale del Global Compact Network Italia (GCNI), la Fondazione che ha mandato dalle Nazioni Unite di coordinare e promuovere a livello nazionale il “Global Compact” – progetto onusiano orientato alla promozione dello sviluppo sostenibile su scala globale. Laurea umanistica, corsi di specializzazione post Laurea in Marketing e Management negli USA, e Master in Social Entrepreneurship presso Università Cattolica, dopo una carriera ventennale nel marketing di grandi e prestigiose multinazionali attive nei settori dell’editoria (Gruner und Jahr-Mondadori), entertainment (The Walt Disney Company) ed energia (Liquigas-SHV) – raggiungendo il ruolo di Direttore Marketing, Bernacchi ha proseguito la sua esperienza professionale in ambito non profit. È stata Direttore Generale di due primarie organizzazioni non governative italiane, WeWorld e Fondazione Cesvi, entrambe impegnate in Africa, Asia e Sud America con programmi umanitari e di sviluppo, ed un focus particolare sui diritti umani e la crescita inclusiva e sostenibile. Fino a febbraio 2019, ha fatto inoltre parte del Board di «Alliance2015», network che riunisce 8 importanti ONG europee impegnate per la diffusione degli SDGs – Sustainable Development Goals delle Nazioni Unite in 89 Paesi del mondo.

Giuseppe Basso

Umberto Bertelè

Umberto Bertelè è professor emeritus of strategy e presidente dell’Osservatorio Digital Innovation presso il Politecnico di Milano, dove si è laureato con lode in ingegneria nel 1967. Qui è stato co-fondatore della laurea in ingegneria gestionale, che ha diretto nei periodi 1988-1991 e 2001-2006, vicerettore (1990-1994), presidente del MIP e della scuola di gestione (2004-2011). E’ stato anche co-fondatore e presidente dell’AIIG-Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale e docente presso l’Università Cattolica e l’Università Bocconi di Milano. È Presidente onorario di DIGITAL 360, società quotata presso AIM (Borsa Italiana). Per nove anni è stato Presidente del TAV-Treno Alta Velocità. È stato inoltre Direttore in molte aziende del settore industriale, del trasporto pubblico, bancario-finanziario e ICT. È stato anche membro (1997-2001) del comitato per il controllo interno del Ministero del Tesoro, esperto economico nelle delegazioni ufficiali italiane presenti agli eventi GATT, OCSE e G-7. È opinionista in molti programmi televisivi e collabora anche con diverse riviste di economia; per alcuni anni è stato editorialista de Il Sole 24 Ore. Autore di numerose pubblicazioni in Italia e all’estero.

Giuseppe Basso

Andrea Calabrese

È Responsabile Commerciale Canale End User, Area Nord Est di Schneider Electric. Andrea Calabrese, nato a Bussolengo (Verona), dopo essersi diplomato al liceo scientifico si è laureato in ingegneria meccanica presso il Politecnico di Milano. Ha lavorato come sales manager alla Danieli Officine Meccaniche, nella progettazione e proposta di impianti siderurgici (macchine di colata e laminatoi).

Giuseppe Basso

Francesco Cerruti

È il nuovo Direttore Generale di VC Hub Italia, l’associazione costituita dai gestori dei principali fondi italiani di Venture Capital. Cerruti ha 31 anni, si è laureato all’Università Statale di Milano, dove ha studiato Scienze Internazionali e Istituzioni Europee e Scienze Politiche e di Governo, e ha poi conseguito un Master in Global Politics alla London School of Economics. Dopo cinque anni al Parlamento Europeo, dove ha lavorato prima come assistente parlamentare e poi come Head of Office, è entrato nella società di consulenza TPA Research, dove ha guidato il team europeo.

Giuseppe Basso

Ornella Chinotti

Ornella Chinotti è Managing Director di SHL Italia e Francia.
Business leader con una consolidata esperienza in Human Capital Management, in particolare nelle attività di Talent Acquisition e Talent Development per una vasta gamma di organizzazioni sia nazionali che internazionali. Nell’ambito delle attività di consulenza Ornella da oltre 25 anni si è dedicata ai temi dello sviluppo della leadership e del talento con oltre 10 anni di esperienza di executive talent management. È VP di Assoknowledge, l’Associazione dell’Education e del Knowledge di Confindustria e VP Aderenti della Fondazione “Lavoro per la Persona”. Docente alla Luiss Business School e alla facoltà di Psicologia dell’università La Sapienza, ha tenuto corsi e seminari presso diverse Università. Ornella ha pubblicato diversi articoli sul talent management ed è coautrice del libro “Development Factory” (Editore Franco Angeli). Ornella ha una laurea in psicologia dall’Università di Roma La Sapienza e un ACTP Master in Business Coaching.

Giuseppe Basso

Massimo Ciaglia

Startup coach e mentor, innovatore, business angel e imprenditore seriale. È autore di “The Startup Canvas. Il metodo per trasformare una idea in un successo sicuro”, best seller su Amazon. È CEO di Grownnectia, società di advisory che supporta le Startup e le Corporate nelle strategie di scale-up e di fund rainsing. È il co-founder di Poleecy, la prima startup insurtech di micro assicurazioni basata su blockchain ed è tra i fondatori di Fondazione Homo Ex Machina, organizzazione tecnofilantropica nata per la salvaguardia e il benessere dell’umanità accelerata da idee e tecnologie digitali.

Giuseppe Basso

Angelo Coletta

È un imprenditore di successo, fondatore di un gruppo di imprese innovative con alle spalle due exit, di cui l’ultima è quella di BookingShow Spa, uno dei tre player principali di ticketing in Italia, venduta lo scorso anno a un grande gruppo internazionale. A giugno 2014 fonda UpCommerce piattaforma per la gestione di e-commerce multilingue. Nel 2016 rileva la maggioranza di 18months, secondo player nazionale nel settore del ticketing per i cinema. Oggi è Amministratore Delegato di Futurenext Srl, applicazione cloud SaaS (software as a service) che abilita le maggiori piattaforme ecommerce mondiali ad offrire ai propri consumatori l’esperienza di customizzazione dei prodotti in 2D e 3D. Dopo essere stato presidente di Italia Startup dal giugno 2018, dal settembre 2020 è presidente di InnovUp – Startup & Tech Italian Ecosystem, la nuova associazione dell’ecosistema italiano delle startup e dell’innovazione nata dalla fusione tra APSTI (Associazione dei Parchi Scientifici e Tecnologici) attiva già dalla metà degli anni ‘90, e Italia Startup (Associazione italiana delle startup e dell’innovazione), nata nel 2012 a valle del varo dello Startup Act italiano.

Luigi Consiglio

Laureato in Economia e Commercio presso la Bocconi, con un MBA conseguito all’INSEAD a Fontainebleau, Luigi Consiglio lavora con GEA dal 1987. È oggi uno dei massimi esperti mondiali di industria agroalimentare e dei beni di largo consumo. In questi settori ha maturato una profonda conoscenza delle dinamiche competitive e di filiera, dei principali canali di sbocco. Ha sviluppato grandi competenze lavorando sia con aziende di produzione che con i maggiori retailer italiani. In trent’anni di lavoro è riuscito a rendere GEA la prima società italiana di consulenza di direzione e il punto di riferimento assoluto per il sistema imprenditoriale del paese. È presidente di Eccellenze d’impresa.

Andrea Crisanti

Laureato in Italia all’Università La Sapienza di Roma in Medicina e Chirurgia, ha ricoperto il ruolo di borsista post-dottorato presso il Center for Molecular Biology (ZMBH) dell’Università di Heidelberg. Nel 1994 è diventato docente di parassitologia molecolare presso l’Imperial College di Londra, per poi diventarne professore ordinario nel 2000. Professore ordinario di microbiologia all’Università di Padova, è anche direttore del Centro di genomica funzionale dell’Università di Perugia e presidente del gruppo scientifico del programma Marie Curie dell’Unione Europea. È noto soprattutto per la ricerca e lo sviluppo di zanzare geneticamente modificate, con l’obiettivo di interferire con il loro tasso riproduttivo e la capacità di trasmettere malattie infettive come la malaria. Durante la pandemia di COVID-19 in Italia, Crisanti ha condotto uno studio sui cittadini di Vo’ e scoperto che la maggior parte delle persone infette erano portatori asintomatici, ma in grado di diffondere il virus SARS-CoV-2. Nella primavera del 2020 è stato nominato dalla regione Veneto consulente tecnico. È stato tra i primi a rilevare la contagiosità degli infetti asintomatici e a far effettuare i tamponi su di essi.

Paolo De Castro

Eurodeputato, esperto di sistemi agricoli e agroalimentari, è ordinario di Economia e Politica Agraria presso l’Università degli Studi di Bologna. Nasce a San Pietro Vernotico (Brindisi) nel 1958. Nel dicembre del 1980 consegue la laurea in Scienze Agrarie all’Università di Bologna con una tesi in Economia Agraria. Presso la Washington State University di Pullman si specializza in Economia dei sistemi agroalimentari negli Stati Uniti.
A metà degli anni ‘80, chiamato da Romano Prodi, inizia la sua collaborazione con Nomisma, dove lo stesso professor Prodi gli chiede di costituire l’Osservatorio Agroalimentare, ora Agri Food Monitor. Nel 1998 è ministro dell’Agricoltura nel governo guidato da Massimo D’Alema. Dal 2006 al 2008 viene eletto deputato al Parlamento italiano e poi, nella successiva legislatura, senatore con l’incarico di Vicepresidente della Commissione Agricoltura e produzione alimentare.
Nel 2009 viene eletto al Parlamento Europeo di cui diventa presidente della Commissione per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale. È ispiratore e coordinatore della Parliamentary Alliance “Fight against Hunger”, progetto nato in collaborazione con la Fao, assemblea costituita con oltre 50 deputati europei di tutti i gruppi politici impegnati a sviluppare proposte e azioni per aumentare la consapevolezza e la condivisione sul tema della food security.

Fabrizio Di Amato

Nasce nel 1963. È laureato in Scienze Politiche all’Università di Roma “La Sapienza” e in Ingegneria Chimica ad honorem al Politecnico di Milano. È presidente ed azionista di riferimento del gruppo Maire Tecnimont, classificato tra i principali contractor di impiantistica e ingegneria oil&gas e petrolchimico su scala globale. Oggi il Gruppo opera con 50 società in 45 paesi, con un fatturato 2019 pari a oltre 3,3 miliardi di euro.
È stato presidente di Animp (Associazione nazionale di impiantistica industriale) dal 2009 al 2011. Nel 2008, per promuovere l’idea di un organismo unitario di rappresentanza dell’ingegneria e del contracting, ha fondato Federprogetti – Federazione dell’impiantistica italiana, di cui è stato presidente fino a maggio 2015. È Vicepresidente di Assolombarda con la delega all’Energia, Sviluppo Filiere e Cluster e Centro Studi e dal giugno 2019 anche Membro del Consiglio Direttivo di Assonime.
Nel maggio 2016 è stato insignito dell’onorificenza di Cavaliere del Lavoro dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella.

Lisa Di Sevo

Partner della società di Venture Capital PranaVentures e Presidente di SheTech Italia, network internazionale che sostiene l’imprenditoria femminile nel tech. Precedentemente lead di Telecom Italia Open Innovation program dal 2009 al 2015, mentor di Nokia Finland AppCampus e Google Launch Pad week.

Mauro Eccetto

Dopo alcuni anni di lavoro nell’industria e cinque come esaminatore presso l’Ufficio Brevetti Europeo, Mauro Eccetto entra a far parte dello Studio nel 1995. Dal 2001 ha assunto la direzione dell’ufficio di Milano, è amministratore delegato dello Studio dal 2011 e dal 2020 ricopre anche il ruolo di Presidente. È esperto nella gestione di portafogli di diritti industriali di grandi aziende, di opposizioni di fronte all’EPO e di contenzioso brevettuale. È iscritto agli Albi dei mandatari Brevetti Italiani, Europei e Comunitari in materia di design ed è abilitato a rappresentare i clienti presso la futura Corte Unificata dei Brevetti. È membro delle Associazioni FICPI e AIPPI, è presidente del Collegio dei Consulenti in Proprietà Industriale ed è iscritto all’Albo dei Consulenti Tecnici del Tribunale di Milano. Riconosciuto come “Leading individual” nel 2020 nella categoria prosecution nella nona edizione della rivista IAM Patent 1000: The World’s Leading Patent Professionals.

Carlo Ferraresi

Amministratore Delegato e Direttore Generale del Gruppo Cattolica Assicurazioni, è Presidente di Cattolica Immobiliare e di Cattolica Services.
È stato Direttore Generale Mercati e Canali Distributivi con responsabilità della rete agenziale, della Bancassurance e del Marketing Strategico e precedentemente ha ricoperto l’incarico di CFO, Investor Relation Officer e responsabile dell’M&A e delle partecipazioni di Gruppo, anche in qualità di Vice Direttore Generale di Cattolica.
All’interno del Gruppo Generali è stato underwriter nell’ambito Marine presso la UK Branch e in staff alla Direzione Generale con il ruolo di Coordinamento dell’area Amministrazione e Finanza. Vanta esperienze di Risk Financing nel Gruppo Marsh ed è stato senior director in Arthur Andersen e Deloitte occupandosi di Financial Advisory Services per i principali gruppi assicurativi e bancari italiani.
È inoltre stato senior banker in ABN Amro e managing director in Crédit Agricole Corporate & Investment Bank, responsabile del Financial Institutions Group.
Attualmente è membro del Consiglio Direttivo e Comitato Esecutivo di ANIA.

Federico Fraboni

Laureato in Ingegneria Gestionale all’Università di Bologna. Dopo qualche breve esperienza lavorativa in ambito IT e automotive è entrato in Calzedonia incuriosito dal dinamismo e possibilità di andare all’estero offerto dall’azienda. Entrato in azienda in ambito produttivo, iniziando con un anno di addestramento in Sri Lanka presso gli stabilimenti produttivi più grandi dell’azienda. Dopo questo periodo ha iniziato il progetto di implementazione del nuovo plant produttivo in Etiopia con il ruolo di direttore di stabilimento (nel 2015). A Dicembre 2019 lo stabilimento ha raggiunto 1.500 dipendenti. Da gennaio 2020 è Sustainability Manager del Gruppo Calzedonia.

Alfonso Fuggetta

Nato a Milano nel 1958. Dopo la laurea presso il Politecnico di Milano nel 1982, ha lavorato per una società di consulenza software 1980-1988, quando si unì al CEFRIEL come ricercatore senior. Nel 1992, ha ottenuto una posizione di professore associato (di ruolo) presso il Politecnico di Milano. Nel 2000, è stato promosso a professore ordinario e a Vice Direttore di CEFRIEL. Nel 2003, è stato nominato Direttore Scientifico di CEFRIEL. Nel 2005, è stato nominato Amministratore Delegato. L’obiettivo di CEFRIEL è promuovere e sostenere l’innovazione nelle imprese e le amministrazioni pubbliche, sfruttando l’ICT come elemento chiave per progettare e implementare nuovi prodotti, servizi, processi, soluzioni. Negli ultimi anni, ha fatto parte di diverse commissioni del governo italiano compreso la Commissione sul“Software Open Source nella Pubblica Amministrazione”. Ha inoltre collaborato con AIPA, CNIPA, Dipartimento per l’Innovazione del Governo Italiano, Ministero della Salute, Ministero del Lavoro, Ministero dell’Istruzione e dell’Università. Regolarmente collabora con la Regione Lombardia e le altre amministrazioni locali e regionali. È stato membro di diversi comitati di programma di conferenze internazionali e di comitati editoriali di riviste scientifiche. In particolare, è stato co-presidente del programma di ICSE 97, la Conferenza internazionale sul Software Engineering che si è tenuta a Boston nel 1997. E’ stato anche membro del comitato di redazione delle Operazioni ACM sulla Ingegneria del Software e metodologia (ACM TOSEM). Nel 1997 e nel 1998, è stato nella top ten di studiosi nel campo del software e ingegneria di sistema, pubblicata annualmente dal Journal of Systems and Software. Nel 1997, è stato 9° a livello mondiale e il secondo europeo. Nel 1998, era ancora il 9° e il primo europeo. Settori di Competenza: Software Engineering, Management of Innovation, l’applicazione di ICT ai processi convenzionali e settori industriali, e-government.

Andrea Granelli

Massimo Gaudina

Funzionario europeo da oltre 20 anni, attualmente Capo della Rappresentanza a Milano della Commissione europea, si occupa di comunicare nel Nord Italia le politiche e le azioni UE per il green deal, la risposta al Covid-19, il Next Generation EU e la ricerca scientifica. A Bruxelles si è occupato di riforme istituzionali (la Convenzione di Giscard e Amato), di comunicazione, di ricerca scientifica e di Erasmus. Torinese, già giornalista free-lance su testate e radio piemontesi e lombarde. Collabora con Università, media e centri d’informazione su tematiche europee. Opinioni separate dai fatti, ma sui fatti basate. Le opinioni espresse in questo blog sono personali e non riferibili alla Commissione europea.

Andrea Granelli

Enrico Giovannini

Portavoce di ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, è stato chief statistician dell’Ocse dal 2001 all’agosto 2009, presidente dell’Istat dall’agosto 2009 all’aprile 2013. Dal 28 aprile 2013 al 22 febbraio 2014 è stato Ministro del lavoro e delle politiche sociali del governo Letta.
È professore ordinario di statistica economica all’Università di Roma “Tor Vergata”, docente di Public management presso il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università Luiss e membro di numerosi board di fondazioni e di organizzazioni nazionali e internazionali.

Gabriele Grea

Gabriele Grea è ricercatore nel campo dei trasporti e dell’economia del territorio. La sua attività riguarda in particolare i temi della mobilità intelligente e sostenibile, delle infrastrutture e dello sviluppo territoriale. Ha realizzato progetti specifici nei settori della mobilità urbana, pianificazione regionale, urbana e delle infrastrutture, politiche energetiche e ICT per i trasporti e la mobilità. Dal 2002 è coinvolto in progetti di ricerca e sviluppo e cooperazione finanziati dall’Unione Europea (Horizon 2020, 7th and 6th Framework Program, Interreg, Marco Polo, DG TREN-DG MOVE Projects). Academic Fellow del Dipartimento di Analisi Istituzionale e Management Pubblico , è docente di Urban Mobility Management e Smart cities, mobilità sostenibile e intelligente nel Programma MEMIT (Master in Economics and Management of Transportation, Logistics and Infrastructure).

Marco Hannappel

Dopo aver iniziato il suo percorso professionale in Procter & Gamble, Marco Hannappel ha successivamente maturato esperienze in Beiersdorf e in Philips, dove è stato vice presidente e amministratore delegato di Philips Tv per Italia, Grecia, Cipro e Malta, e presidente e amministratore delegato di Tp Vision per il sud Europa. Entrato in Samsung nel 2013, ha ricoperto il ruolo di vice presidente di Samsung Electronics Italia. Dal 2011 è vice presidente di Confindustria Anitec-Assinform con deleghe nazionali all’elettronica e all’ambiente. Nel 2019 Hannappel ha assunto la carica di amministratore delegato in Philip Morris Italia, dove – in virtù della sua esperienza in aziende focalizzate su innovazione e tecnologia – sta guidando l’azienda nel processo di transizione dal business convenzionale a quello dei prodotti tecnologici senza combustione. Nel nuovo ruolo, Hannappel, insieme alle oltre 2.500 persone che lavorano nelle due affiliate italiane del gruppo Philip Morris International, perseguirà la visione di costruire un futuro senza fumo, accelerando la sostituzione delle sigarette con prodotti innovativi senza combustione a beneficio di oltre 11 milioni di fumatori adulti in Italia.

Carlo Lambro

Presidente New Holland Agriculture e CEO di CNH Industrial Italia. È entrato in azienda nel 1987, con il primo ruolo in Fiatagri, uno dei brand storici di New Holland. Da allora la sua crescita professionale è andata di pari passo con l’evoluzione di New Holland, che si presenta oggi come un partner affidabile, innovativo e sostenibile per gli agricoltori di tutto il mondo.

Giuseppe Lippi

Professore ordinario di Biochimica clinica al dipartimento di Neuroscienze, biomedicina e movimento dell’Università di Verona, e direttore dell’Unità operativa complessa di Laboratorio analisi dell’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona. Giuseppe Lippi nel marzo 2020 è stato nominato a capo di una task force della Federazione internazionale di Chimica clinica e Medicina di laboratorio (Ifcc) sul Covid-19.

Roberta Marracino

Head of Group ESG Strategy & Impact Banking di UniCredit, Roberta Marracino ha iniziato la sua carriera nel 1994 presso McKinsey & Company, dove ha lavorato per circa 5 anni come analista bancaria e successivamente Responsabile del Dipartimento Research & Information. Ha proseguito con esperienze di analisi strategica in Capgemini e BNL Gruppo BNP Paribas prima di tornare in McKinsey & Company nel 2003 come Direttore della Ricerca e Comunicazione per l’area del Mediterraneo (Italia, Iberia, Grecia e Turchia). Durante questo periodo è stata anche fondatrice e membro del consiglio di amministrazione di Valore D.
Nel 2014 è entrata a far parte di SACE (Gruppo CDP) nel ruolo di Executive Director Studi, Comunicazione, Corporate Social Value e Formazione all’Export. Nel 2018, ha assunto l’incarico di Head of Business Innovation & Market Management per l’Italia in Zurich Insurance plc. Dal 2017 a giugno 2020 è stata Consigliere di Amministrazione di BPER Banca, membro del Comitato Rischi, del Comitato Remunerazioni e del Comitato Nomine. Il 1 luglio 2020, Roberta è stata nominata Head of Group ESG Strategy & Impact Banking. È membro del Group Executive Management Committee di UniCredit.

Paola Mascaro

Paola Mascaro è Executive in area Comunicazione & Public Affairs con 25 anni di esperienza in aziende globali e incarichi in Italia e a livello internazionale. Nel giugno 2013 ha assunto l’incarico di VP Communications & Public Affairs di GE in Italia. L’anno successivo ha acquisito anche la responsabilità di Avio Aero, dove siede nel leadership team. Mascaro è entrata in GE nel 2011 come Dir. Comunicazione di GE Capital. In precedenza ha lavorato in Alcatel-Lucent come Direttore Communications & Public Affairs per Italia e paesi dell’area mediterranea, Prima di allora ha lavorato per diversi anni in Accenture, in ambito Mar&Comms. Ha una laurea in Storia Contemporanea Filosofia e un Master in PNL. È Presidente di Valore D e co-ideatrice e promotrice di ITB. È docente a contratto presso l’Università di Tor Vergata e presso il Master in Comunicazione d’Impresa della LUISS Business School.

Daniele Meini

È Associate Partner New Ventures, PwC Italia. Laureato alla Sapienza di Roma, dopo aver conseguito un MBA, nel 1996 ha iniziato a lavorare in un’azienda di consulenza di Londra nelle analisi di marketing e strategiche. Alla fine del 1996 è entrato in Accenture nella Strategic Service Division con un focus specifico sul settore bancario.
Nel 2000 è entrato in Buongiorno come responsabile di tutte le startup. Dal 2007 è responsabile per il Sud America, l’Africa e il Medio Oriente nel dipartimento internazionale di Autostrade per l’Italia. Nel 2010 si è spostato in Francia per guidare il progetto Eco Taxe. Dal 2011 è CEO di SPV (Ecomouv) che ha completato il progetto nel 2014.

Maurizio Milan

Da sempre lo contraddistingue una “doppia anima”, quella dello studio e della continua ricerca e quella della sperimentazione sul campo. I temi chiave della sua esperienza lavorativa negli ultimi 20 anni sono: Change management, Learning organization e Digital skills. È stato Direttore generale dell’area Education presso il Sole24Ore dove, oltre alla gestione della Business School, ha sviluppato l’area di Digital consulting; quindi Education Manager presso Vodafone ltalia, l’esperienza più intensa, dove si è occupato di Training strategy e della Delivery dei percorsi manageriali e tecnici; Ceo presso Digital Accademia, all’interno dell’lncubatore H-Farm sviluppando una delle prime “Academy” italiane per l’apprendimento e la sperimentazione di percorsi digitali. Attualmente lavora in Ernst&Young come Director nella funzione People Advisory Service ed è Presidente Nazionale di AIF, Associazione Italiana Formatori.

Francesca Milani

Responsabile del Marketing strategico di Confindustria Verona, Francesca Milani con il suo team si occupa di marketing associativo, progetti innovativi, knowledge management, business intelligence. È responsabile del Progetto Industria 4.0 di Confindustria Verona e coordina Speedhub, il digital innovation hub fondato da Confindustria Verona.

Filippo Miola

È delegato per innovazione e fabbrica 4.0 di Confindustria Vicenza e Presidente e CEO di Array System. È delegato al tavolo regionale di Confindustria Veneto per l’Innovazione e di altri tavoli per la divulgazione di processi di trasformazione digitale nelle imprese. Ideatore e responsabile del progetto Digital4Factory per Confindustria Vicenza, progetto che dal 2016 sta accompagnando le aziende nel viaggio di trasformazione digitale. Digital Champion per Vicenza, socio di Talent Garden Padova, ha partecipato come relatore a decine di convegni sui temi di Industria 4.0. Esperto di Architetture complesse per la continuità del business delle imprese, di progetti integrati di Digital Transformation e Business Strategy. Ha contribuito ad aumentare l’efficienza e la competitività di numerose aziende Italiane leader nella manifattura e nei servizi mettendo sempre le innovazioni tecnologiche al servizio della persona e del business delle imprese.

Matteo Montan

Matteo Montan, 56 anni, dall’ottobre del 2018 è il CEO del Gruppo editoriale Athesis, media company di riferimento del lombardo-veneto di cui fanno parte numerosi quotidiani, siti online, TV e radio leader nelle province di Verona, Vicenza, Brescia e Mantova, oltre alla media agency Publiadige, alla società di stampa Sea ed alla casa editrice di libri di qualità Neri Pozza a Milano. Matteo è un profondo conoscitore della media industry, un forward thinker con 30 anni di esperienza nazionale ed internazionale che – prima come giornalista e poi come manager – ha dedicato la sua intera vita professionale alla rivoluzione di questo settore. Laureato in giurisprudenza, Matteo ha debuttato come reporter negli anni ’90, scrivendo per la Gazzetta di Parma, il più antico quotidiano d’Italia, ed il Corriere della Sera ed ottenendo importanti riconoscimenti tra cui il “Premiolino” nel 1988 ed il premio “Cronista dell’anno” nel 1999 dalle mani del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi. Negli stessi anni ha pubblicato i libri “La città a parole”, con Guanda, e “Golpe di Pietro”, con Stampa Alternativa. Nel 2000 però, Matteo lascia il giornalismo attivo per lanciare insieme ad un gruppo di amici Buongiorno Spa, la più importante storia di successo dell’industria digitale italiana, una start-up divenuta in pochi anni una multinazionale leader nella produzione e distribuzione di contenuti e servizi per il mobile. In Buongiorno (poi confluita in Docomo Digital dopo l’acquisizione da parte dell’omonimo colosso giapponese delle telecomunicazioni), Matteo ha ricoperto ruoli di grande responsabilità a diretto riporto del CEO – da editor-in-chief a Head of Global Products fino ad Head of New Business – occupandosi di product e business development a livello internazionale, acquisizioni ed integrazioni, sviluppo di nuove iniziative disruptive, aggiungendo così alla forte esperienza editoriale delle origini solide competenze manageriali e di leadership. Nel 2013, a seguito dell’acquisizione di Buongiorno, Matteo ha scelto di tornare al mondo dell’editoria tradizionale, deciso a portare il proprio contributo ad un settore in evidente sofferenza. La prima esperienza come CEO è stata al Gruppo Gazzetta di Parma, azienda con una posizione dominante sul mercato locale (oltre allo storico quotidiano, TV, radio, digital e concessionaria) ma con una esigenza non più rimandabile di ristrutturarsi e riposizionarsi. Sotto la sua gestione, si è realizzato un totale cambiamento del gruppo in termini di offerta, organizzazione industriale e struttura di costo. I profitti sono tornati in meno di 2 anni e l’azienda ha regolarmente fatto meglio del mercato di riferimento (diffusione e pubblicità), superando l’80% di quota di mercato e più che raddoppiando il business digitale. Completato il suo progetto a Parma, Matteo a fine 2018 è stato chiamato come CEO in Athesis. Da allora sta guidando insieme a tutto il team la trasformazione del Gruppo da editore puro a media company sempre più integrata con un territorio straordinario , del cui sviluppo essere – attraverso iniziative come il Festival del Futuro – non solo lo storyteller ma anche il protagonista e promotore.

Gianmarco Montanari

Direttore Generale IIT da febbraio 2017. In precedenza è stato City Manager (ovvero Amministratore Delegato) della Città di Torino dove nel 2013 ha sostituito l’ex Amministratore, l’Ing. Cesare Vaciago.
Ha lavorato come CFO in una multinazionale svizzera nel settore automobilistico, partner in Management Consulting, Direttore Generale in Unicredit Bank e Amministratore Delegato di Equitalia.
Laureato in Ingegneria Industriale al Politecnico di Torino. Successivamente si è laureato anche in Management, Economia, Scienze Politiche e Giurisprudenza. Inoltre, ha conseguito diverse specializzazioni in Business Management frequentando prestigiose business school (Columbia, Insead, IMD e Bocconi).
È autore del libro “The Samsung Way” sul successo di Samsung Corporation e di un Paese in crescita come la Corea del Sud, spiegando un confronto con la storia industriale italiana dalla ricostruzione ai giorni nostri.
A marzo 2019 è uscito il suo secondo libro “Tech Impact – Luci e ombre dello sviluppo tecnologico” che si occupa di vantaggi e svantaggi della tecnologia: ripercorre case history e macro-trend per trovare potenziali soluzioni in risposta ai problemi in sospeso del nostro futuro.
È inoltre Consigliere di Amministrazione dell’Università degli Studi di Torino, Agenzia delle Entrate e Presidente del Comitato per la Remunerazione di Fineco Bank.

Andrea Montanino

È Presidente di Fondo Italiano d’Investimento SGR e ricopre il ruolo di Chief Economist del Gruppo Cassa Depositi e Prestiti.
In precedenza, ha lavorato in diverse istituzioni internazionali: è stato Direttore Esecutivo e membro del Board del Fondo Monetario Internazionale, Direttore del Programma di Analisi Economica dell’Atlantic Council a Washington D.C., Senior Economist alla Commissione Europea, nella Direzione Affari Economici e Finanziari.
In Italia, è stato Direttore del Centro Studi Confindustria, Dirigente Generale del Dipartimento del Tesoro al Ministero dell’Economia e delle Finanze e Capo della Segreteria Tecnica del Ministro Padoa-Schioppa. Nel periodo al Tesoro ha presieduto lo Steering Committee che ha dato origine al Fondo Italiano d’Investimento e ha rappresentato il Tesoro nel Consiglio di Amministrazione nei primi 4 anni; inoltre, è stato membro del Consiglio di Amministrazione di F2i, So.Ge.I., e Vice Presidente di MedioCredito Centrale – Banca del Mezzogiorno.
Ha ottenuto un Dottorato di Ricerca presso il Dipartimento di Scienze Economiche dell’Università degli Studi di Roma La Sapienza e un Master presso la London School of Economics.

Michele Morgante

È professore ordinario di Genetica presso l’Università di Udine, Delegato del Rettore alla Ricerca ed al Trasferimento Tecnologico e Direttore Scientifico dell’Istituto di Genomica Applicata, un centro di ricerca privato senza fine di lucro che ha contribuito a fondare nel 2006. È particolarmente interessato a mettere a punto nuovi approcci per la dissezione di caratteri complessi e allo sviluppo delle tecnologie genomiche a questo necessarie. Il suo gruppo di ricerca ha dato un apporto fondamentale nel mettere a punto tecnologie genomiche che ora sono ampiamente usate nella genomica vegetale. A Udine il suo gruppo ha completato il sequenziamento del genoma della vite e più di recente del genoma del pesco e degli agrumi.
È stato editore associato di Theoretical and Applied Genetics e di Tree Genetics and Genomes, è editore associato BMC Plant Biology e section editor di BMC Genetics. Ha ricevuto la medaglia 2005 per le Scienze Fisiche e Naturali dell’Accademia delle Scienze detta dei XL ed è dal 2007 Socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Classe di Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali.

Mario Nava

Nato a Milan nel 1966, attualmente è Direttore generale per la nuova Direzione generale “Sostegno alle riforme strutturali” (Reform). Entrato alla Commissione nel 1994, Nava è stato fino al maggio 2020 direttore per le politiche orizzontali alla Direzione generale per la stabilità finanziaria, i servizi finanziari e l’unione dei mercati dei capitali. Dal 9 aprile al 13 settembre 2018 ha occupato il posto di presidente della Consob.

Fabio Orlandi

È Logistics Director alla Coca-Cola HBC Italia SRL. Laureato in Economia all’Università di Bologna, ha in seguito conseguito un Master in Service Management – Logistics & Retail all’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Lavora in Coca-Cola dal 2004.

Francesca Pasinelli

Laureata in Farmacia all’Università di Parma, si è specializzata in Farmacologia all’Università di Milano. Dopo aver ricoperto per 15 anni posizioni manageriali in aziende e multinazionali farmaceutiche nel 1997 ha deciso di passare al non profit, accettando la direzione scientifica di Fondazione Telethon. Qui ha rivisitato il processo di assegnazione dei fondi, importando – per la prima volta in Italia – i sistemi di valutazione della ricerca accreditati a livello internazionale. Nel 1999 ha sviluppato il Progetto Carriere Telethon, finalizzato al rientro in Italia di ricercatori. Nel 2007 ha assunto l’incarico di consigliere di amministrazione di Telethon e da settembre 2009 è direttore generale di Telethon.

Massimo Pasquali

Responsabile Coordinamento Aziende del Gruppo Banco BPM. Laureato in Giurisprudenza, ha ricoperto, nel corso della sua carriera, importanti ruoli specialistici in diverse Banche sempre dedicati al complesso sistema delle Imprese. Ha avuto, all’interno della Divisione Corporate & Investment Banking di Intesa Sanpaolo, responsabilità dirigenziali: nella Direzione Global Transaction Banking, come Direttore Sales, nella Direzione Corporate & Public Finance, in qualità di Head of Industry, all’interno della Direzione Corporate & Public Finance nel ruolo di Head of Industry e Responsabile del Servizio Industry Coverage della Direzione Corporate Italia.

Alessandro Perego

Professore di Gestione Logistica presso POLIMI, ha più di 20 anni di esperienza nell’analisi e nella valutazione delle tecnologie digitali. È uno dei fondatori e attuale Direttore Scientifico degli Osservatori sull’Innovazione Digitale di POLIMI alla guida di un gruppo di circa 100 ricercatori. Attualmente Alessandro Perego è anche Capo del Dipartimento DIG e membro del Senato POLIMI. Fondatore e Consigliere di Amministrazione della Fondazione “Banco Alimentare”. Membro del Consiglio di Amministrazione della MIP Graduate Business School. Direttore scientifico del laboratorio loT (Internet of Things).

Grazia Pertile

Direttore dell’Oculistica dell’IRCCS Sacro Cuore Don Calabria di Negrar (Verona). Originaria di Asiago (Vicenza), dopo aver conseguito la specializzazione all’Università di Maastricht ha lavorato dal 1999 al 2003 presso il Middelheim Hospital di Anversa (Belgio). Chirurgo di fama internazionale, fa parte dell’équipe per la realizzazione della retina artificiale fotovoltaica tutta “made in Italy”. Ha promosso diverse iniziative di collaborazione con alcuni centri di ricerca fondamentali (University Eye Center, Tubingen, Germania; Divisione di Neuroscienze, Istituto Scientifico San Raffaele Milano, Italia; Università Ludwig Maximillians, Monaco, Germania; New York Medical College, Valhalla, New York, Usa).

Maria Pierdicchi

È presidente di Nedcommunity, l’associazione che dà voce a circa 700 componenti non esecutivi dei consigli di amministrazione italiani. Maria Pierdicchi è tra le fondatrici di Valore D, ha fatto parte del primo consiglio direttivo e ha supportato lo sviluppo dell’associazione sin dall’inizio. Ha maturato una lunga esperienza nei servizi finanziari che la porta a guidare nel 2003 Standard & Poor’s Italy e, successivamente, a ricoprire la carica di Head of Southern Europe. Attualmente è componente del CdA di Unicredit e membro del Comitato per i Controlli Interni & Rischi, consigliere indipendente e presidente del Comitato risorse umane di Gruppo Autogrill, Independent Board Member del Gruppo Luxottica e consigliere indipendente di Aurora SA.

Carlo Alberto Pratesi

Professore ordinario di Marketing, Innovazione e Sostenibilità all’Università Roma Tre. Con Paolo Merialdo e Augusto Coppola ha fondato l’associazione InnovAction Lab, che offre un percorso formativo per insegnare agli studenti universitari di ogni facoltà a lavorare in team multidisciplinari per sviluppare un’idea di business da presentare in modo efficace ai fondi di venture capital.
È scientific advisor del Barilla Center for Food and Nutrition e advisor del Pretotyping: un approccio all’innovazione e allo sviluppo di nuovi prodotti finalizzato ad aumentare le probabilità di successo nel mercato, aiutando a verificare se l’idea è quella “giusta”.
Fa parte del consiglio di presidenza della SIMktg (Societa’ Italiana Marketing) della quale è stato anche fondatore, e del consiglio didattico scientifico del Master Universitario in Marketing Management (MUMM) della Sapienza.
È autore di numerose pubblicazioni, tra le quali: Il marketing dei prodotti alimentari di marca (Sperling & Kupfer 1995); Il marketing dei servizi ad alta tecnologia (Sperling & Kupfer 1996); Sviluppare la fedeltà ascoltando il cliente, (Sperling & Kupfer 1997); Il marketing del Made in Italy (Franco Angeli 2001), Piano di Marketing dei nuovi prodotti, (McGraw-Hill 2002); Branding (McGraw-Hill 2006); Marketing (McGraw-Hill 2006), Marketing televisivo (Sole 24 Ore 2010), Mobile Apps (McGraw-Hill 2011); INA Assitalia. Cento anni insieme a voi. (Egea 2012).

Andrea Prencipe

È Rettore dell’Università Luiss Guido Carli dopo aver ricoperto l’incarico di Prorettore Vicario dell’Ateneo dal 2016 al 2018; Professore Ordinario di Organizzazione e Innovazione presso la stessa istituzione; Associate Dean for International Development della Luiss Business School.
Laureato in Economia e Commercio, ha conseguito il Master in Management dell’Innovazione presso la Scuola Superiore S. Anna di Pisa, il Master in Gestione dell’Innovazione Tecnologica e il Ph.D. in strategie tecnologiche presso lo SPRU.
Svolge attività di ricerca sui temi dell’organizzazione dell’innovazione, organizzazioni project-based, e sulle relazioni tra capitale sociale e processi innovativi. I suoi lavori sono stati pubblicati in riviste internazionali – es. Administrative Science Quarterly, Industrial and Corporate Change, Organization Science – e con case editrici nazionali ed internazionali – es. Franco Angeli, Oxford University Press.

Stefano Quintarelli

Nato a Negrar (Verona) nel 1965, è un informatico e ha sempre lavorato nel mondo delle telecomunicazioni e di internet, fin dal 1985. Nel 1989 ha fondato MI.NE.R.S. (Milano Network Researchers and Students), la prima associazione telematica studentesca italiana che ha realizzato la prima rete indipendente di posta elettronica in Italia ed il primo sistema telematico per l’iscrizione ad esami universitari. È stato uno dei fondatori di I.NET nel 1994, il primo Internet Service Provider commerciale in Italia orientato al mercato professionale. Dal 2013 al 2018 è stato deputato, periodo nel quale è stato Presidente del Comitato di Indirizzo dell’Agenzia per l’Italia digitale dal Consiglio dei Ministri.

Gian Luca Rana

Innovazione, espansione geografica e ristorazione. Sono questi i tre pilastri della strategia di crescita che Gian Luca Rana ha sviluppato da quando, nel 1989, è divenuto direttore generale di Pastificio Rana. Classe 1965, è entrato nell’azienda di famiglia nel 1986 quando il Pastificio era una piccola realtà con 35 dipendenti, 7 prodotti in portafoglio e 30 miliardi di Lire di fatturato. Dopo un’esperienza nella sezione acquisti, Gian Luca si trasferisce prima nel reparto Produzione, dove ha modo di studiare da vicino la lavorazione dei prodotti, e in seguito nella divisione Sviluppo industriale. Spostandosi attraverso tre diversi reparti in altrettanti anni, il figlio di Giovanni Rana acquisisce una visione a 360 gradi della filiera produttiva dell’azienda. Negli anni ’90 inizia un percorso di internazionalizzazione che porterà Pastificio Rana ad essere leader di mercato prima in Europa, poi intorno al 2010 negli Stati Uniti. Un viaggio partito da San Giovanni Lupatoto, paese natale dell’azienda, che per adesso ha visto Pastifico Rana arrivare fino a Chicago, città scelta per ospitare i due stabilimenti di produzione presenti oggi Oltreoceano.
Gian Luca ha mantenuto salde le sue radici, ricoprendo molte cariche in molte istituzioni del Veronese come il Consiglio d’Amministrazione del Banco Popolare di Verona. È stato anche Presidente della sezione locale di Confindustria, il più giovane a ricoprire questa carica e dal 2010 è Presidente del gruppo editoriale Athesis.
Nel 2019, l’amministratore delegato ha lanciato il Festival del Futuro, una manifestazione volta ad analizzare ed esporre i trend dei prossimi anni e il loro impatto, non solo nel settore alimentare, ma su tutta l’economia globale e sulla società. Gian Luca Rana ha anche ricevuto dei premi per il suo spirito imprenditoriale, tra cui l’International Awareness Award promosso dalla Fordham University di New York per i risultati ottenuti negli Stati Uniti.

Luciano Ravera

È Amministratore Delegato dell’IRCCS Istituto Clinico Humanitas dal 2009. È entrato a far parte del Gruppo Humanitas nel 1994. Membro del Consiglio di Amministrazione di Humanitas dal 2006, ha ricoperto la carica di Direttore Generale di Humanitas Gavazzeni (BG) dal 1999 al 2002, Direttore Generale dell’IRCCS Istituto Clinico Humanitas di Rozzano (MI) dal 2002 al 2005. Dal 2005 al 2009 ha ricoperto la carica di Amministratore Delegato di Humanitas Mater Domini (Castellanza – VA) e Direttore della Pianificazione Strategica e Sviluppo aziendale del Gruppo Humanitas Spa.
In precedenza ha lavorato per Barclays Bank e Booz Allen & Hamilton. Luciano Ravera si è laureato cum laude in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano e ha conseguito il Master in Business Administration presso la Harvard Business School.

Odile Robotti

Odile Robotti è amministratore unico di LEARNING EDGE SRL società specializzata nei vantaggi competitivi creati con l’apprendimento. Autrice dei libri “Il Talento delle Donne” (Sperling & Kupfer, 2013) e “Il Magico Potere di Ricominciare” (Mind Edizioni, 2019), Odile è esperta di inclusione, in particolare legata al genere (Leadership Femminile) e all’età, di cambiamento e di nuovi inizi professionali (Restartability).
Con un forte impegno nel sociale, Odile è presidente e fondatrice di tre non-profit: MilanoAltruista, ItaliaAltruista e Dress for Success Milan ed è country leader del 30% Club Italy.
Prima di avviare LEARNING EDGE SRL, Odile ha lavorato in IBM (come team leader di analisti funzionali e successivamente come account manager di grandi clienti) e poi in McKinsey&Co. dove ha gestito progetti di consulenza in ambito bancario, assicurativo e farmaceutico.
Ha una laurea in Economia Politica (Università Bocconi), un MBA (SDA Bocconi), un Ph.D in Psicologia (University College London) e una certificazione come professional coach (International Coaching Academy).

Emilio Rossi

È Senior Advisor di Oxford Economics e Presidente di EconPartners, società con cui fornisce consulenza per pianificazione strategica, internazionalizzazione delle imprese, valutazione di investimenti e stress test per primarie banche (come da richieste della BCE). Dopo alcuni anni al CNR, è stato Senior Economist al Centro Studi ENI. Successivamente ha svolto incarichi apicali in Standard&Poor’s/DRI (Managing Director South Europe, Managing Director Europe) e in Global Insight come Managing Director Consulting Services. Ha contribuito a numerosi progetti della Commissione Europea. È autore di numerose pubblicazioni, scrive su giornali e riviste specializzate e tiene seminari presso la Scuola di Formazione della Presidenza del Consiglio.

Vincenzo Russi

Vincenzo Russi è Co-Fondatore e Chief Executive Officer di e-Novia S.p.A., la “Fabbrica di Imprese” che, nata nel 2015 a Milano, ha generato 24 imprese in soli 3 anni. Opera da più di 30 anni nel settore ICT e, da oltre 15, si è dedicato al management consulting e alla gestione d’impresa e ha creato una startup in Silicon Valley e uno spin-off a Boston. È stato, inoltre, Chief Digital Officer di Messaggerie Italiane, il primo gruppo italiano di distribuzione ed editoria libraria e Vice Presidente di eDigita, prima piattaforma di distribuzione digitale per l’editoria italiana. Precedentemente, ha ricoperto il ruolo di Chief Operating and Technology Officer in CEFRIEL, è stato docente al International MBA della School of Management del Politecnico di Milano, Chief Executive Officer di Fila Corp. a Boston, Partner in Ernst & Young Consulting e Vice-President in Capgemini. Dopo la laurea cum laude in Computer Science and Software Engineering, ha iniziato la sua carriera nei laboratori internazionali della Olivetti in Italia e Silicon Valley.

Enrico Sassoon

Enrico Sassoon è laureato in Economia e Commercio (1973), Scienze Politiche (1980) e Storia (2010). Inizia la carriera professionale all’Ufficio Studi della Pirelli (1974-1977). Dal 1977 fino al 2003 lavora a Il Sole 24 Ore con incarichi di crescente responsabilità: Direttore responsabile di Mondo Economico, L’Impresa e altre testate; Direttore Scientifico di gruppo (1997- 1998) e direttore responsabile Sole 24 Ore Web (2000-2001). Dal 1998 al 2006 è CEO della American Chamber of Commerce in Italy e dal 1996 è presidente di Global Trends-Ricerche. È stato fondatore e direttore responsabile della rivista online AffariInternazionali. Dal 2006 è direttore responsabile ed editore di Harvard Business Review Italia (Strategiqs Edizioni). Ha pubblicato oltre 2mila articoli su Il Sole 24 Ore, Mondo Economico e altre testate, oltre 100 saggi su riviste accademiche e 10 libri su temi di economia, commercio internazionale, tecnologia e ambiente.

Maria Savona

È docente di Economia alla Luiss dal 2019. In precedenza è stata Professor of Innovation and Evolutionary Economics alla SPRU, Science Policy Research Unit della University of Sussex, nel Regno Unito. È un’economista con un PhD in Science and Technology Studies. I suoi principali interessi riguardano gli effetti del cambiamento tecnologico sull’occupazione e sulla disuguaglianza, il cambiamento strutturale delle economie, in particolare sulla frammentazione internazionale della produzione che coinvolge i servizi, e il loro effetti sulla crescita e sullo sviluppo, le economie e politiche dell’innovazione nei servizi, l’effetto delle barriere all’innovazione.

Stefano Sordelli

Dall’1 settembre 2018 è Future Mobility Manager di Volkswagen Group Italia. Poco più che quarantenne, fa parte del Gruppo Volkswagen dal 2003. Dopo 5 anni al reparto Marketing di Seat si è trasferito a Martorell (Barcellona), per un’esperienza internazionale presso la casa madre dove si è occupato di vendita nel reparto Export.Nel 2010 è rientrato a Verona, assumendo prima il ruolo di responsabile Marketing e successivamente di Direttore Vendite del Marchio spagnolo in Italia.

Donato Speroni

Giornalista, è direttore generale dell’ASviS, Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile. Fa parte del Club dell’Economia, che riunisce docenti e giornalisti che scrivono commenti economici. Ha insegnato per 15 anni economia e statistica all’Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino.
Ha fatto parte del gruppo di indirizzo Istat – Cnel incaricato di elaborare i nuovi indicatori del “Benessere equo e sostenibile” in Italia e partecipa ai lavori dell’Aiquav, l’associazione per gli studi sulla qualità della vita e a quelli dell’Italian Institute for the Future.
Il suo libro più recente, scritto con Enrico Giovannini e con la photo editor Manuela Fugenzi, è “Un mondo sostenibile in 100 foto“, pubblicato da Laterza. Nel gennaio 2012 ha pubblicato “2030 La tempesta perfetta – Come sopravvivere alla grande crisi“, scritto con Gianluca Comin per Rizzoli. Nel giugno 2010 ha pubblicato “I numeri della felicità – dal Pil alla misura del benessere” , nella collana The Cooper files (Banda Larga Editore srl), con prefazione di Enrico Giovannini, all’epoca presidente dell’Istat.

Giovanni Todaro

È Chief Digital Officer di IBM Italia. Laureato in Scienze Statistiche ed Economiche nel 1999, inizia la sua carriera in IBM Irlanda. Nel 2003 si trasferisce a Milano ricoprendo il ruolo di Operation Manager in una divisione di IBM e frequenta Henley Business School per MBA. Si è occupato dell’integrazione in IBM di due importanti acquisizioni nell’area del Decision Management e Business Process Management (ILOG, Lombardi).

Federico Vecchioni

Laureato in Scienze Agrarie presso l’Università degli Studi di Firenze. Dopo la laurea, opera in Toscana, ristrutturando la storica azienda agricola di famiglia Il Cicalino con un approccio tecnologico e manageriale, oggi un esempio di gestione diversificata con una stretta connessione al mercato. Dal 1992 avvia il suo percorso sindacale nella Confederazione Generale dell’Agricoltura Italiana, dapprima come consigliere e presidente degli agricoltori della provincia di Grosseto e poi, dal 2004, come Presidente dell’Organizzazione nazionale. Dal 2002 al 2009 è Presidente della Camera di Commercio di Grosseto. Dal 2001 al 2011 ricopre l’incarico di membro effettivo del COPA-COGECA di Bruxelles. Nel Gennaio del 2009 viene eletto Presidente di Agriventure S.p.A. del Gruppo Intesa Sanpaolo. È stato, fino a giugno 2014, Presidente del Gruppo Terrae S.p.A.. Attualmente è Vice Presidente dell’Accademia dei Georgofili, la più antica accademia di agricoltura italiana, Consigliere Delegato di Consorzi Agrari d’Italia S.c.p.A. e Amministratore Delegato di BF Holding S.p.A.

Gianluigi Carlo Viscardi

Nato a Bonate Sotto (BG) nel 1952 è perito meccanico. Ha maturato le prime esperienze professionali nel settore della meccanica principalmente presso Gildemaister S.p.A. sino al 1977. Nel 1982 ha fondato, insieme ai fratelli la Cosberg S.p.A. di cui è Presidente del Cda.
Da sempre convinto sostenitore dell’importanza dell’Open Innovation, continua a dedicare grande impegno e risorse alla valorizzazione delle “persone” e del contesto etico e sociale in cui operano le aziende favorendo l’inserimento e la crescita dei giovani talenti.
Attivamente impegnato nel mondo associazionistico, ricopre importanti ruoli all’interno di Confindustria (Vice Presidente di Piccola Industria Nazionale con delega all’innovazione e già Presidente Comitato Regionale Piccola Industria di Confindustria Lombardia), Presidente del Digital Innovation Hub Lombardia, Presidente del Consorzio Intellimech.
È inoltre membro dell’Organismo di Coordinamento e Gestione e del Comitato Tecnico Scientifico del Cluster Tecnologico Nazionale Fabbrica Intelligente, dopo aver ricoperto il ruolo di Presidente per due mandati (2015-2019).